Medici e Odontoiatri radiati dall’Albo ma che, per un cavillo legale, continuano ad esercitare. Professionisti che, per aver commesso lo stesso illecito, vengono giudicati diversamente solo perché iscritti all’Ordine in province diverse. Ordini lasciati ignari di procedure giudiziarie nei confronti di un loro iscritto. Molte sono le questioni oggi aperte sui Procedimenti disciplinari, la funzione che permette all’Ordine di intervenire, a garanzia della Salute pubblica, ogni qualvolta un iscritto ponga in essere comportamenti scorretti e potenzialmente lesivi. Per fare il punto, anche in vista delle prossime riforme, la Commissione Nazionale Albo Odontoiatri organizza, il 23 e 24 settembre a Verona, presso il Circolo Ufficiali di Castelvecchio, il Seminario nazionale “Facciamo Giurisprudenza insieme”, al quale interverranno giuristi, medici legali, rappresentanti del Ministero della Salute e delle istituzioni.

“La funzione disciplinare è uno dei compiti cardine degli Ordini Sanitari – afferma Alessandro Zovi, componente della Cao nazionale – e uno degli strumenti, insieme alla tenuta degli Albi e alla Formazione e aggiornamento degli Iscritti che consente all’Ordine di mettere il “sigillo di qualità” sulla Professione odontoiatrica”.

Due le novità, a livello legislativo, che stanno per rivoluzionare il  meccanismo del procedimento disciplinare, con l’intento di renderlo sempre più aderente ai principi di terzietà e a quelli del “giusto processo”: il DDL di Riforma degli ordini delle Professioni sanitarie, all’esame del Parlamento, e il pronunciamento – atteso a breve – della Corte Costituzionale sulla corretta composizione della Commissione Centrale Esercenti le Professioni sanitarie, l’Organo di giurisdizione speciale competente per i riscorsi in secondo grado contro i provvedimenti disciplinari irrogati dagli Ordini.

“In particolare l’attesa della sentenza della Corte Costituzionale sta, nei fatti, tenendo in stand by  l’attività della CCEPS, che è bloccata ormai da un anno e mezzo – spiega Zovi –. Con effetti paradossali: poiché il ricorso alla CCEPS ha come effetto la sospensione dell’esecutività della sanzione, molti medici e odontoiatri, pur radiati o sospesi dall’Albo, continuano regolarmente a esercitare”.

“Per quanto riguarda la riforma attuata dal DDL già approvato dal Senato – conclude –, è evidente che il suo obiettivo è quello di accentuare la terzietà e la neutralità dell’organo disciplinare troppo spesso accusato in passato di svolgere una giustizia domestica non sufficientemente incisiva nei confronti dei colleghi”.

Cao-Verona_23-34_settembre_.1pdf

Cao-Verona_23-34_settembre_.2pdf

dall’ufficio stampa FNOMCeO

Tags: , ,

Comments are closed.

L'amministratore della rivista "La Medicina Fiscale"

Medici fiscali, Vargiu: “Polo Unico di controllo per garantire i diritti dei lavoratori in malattia”

  “Per garantire il diritto di malattia di tutti i lavoratori occorre evitare ogni abuso di assenze e certificazioni. Confondere […]

Un accordo alto

Giovedì scorso, 20 marzo, a Roma presso la sede INPS di Via Ciro il Grande, su invito della Dirigenza dell’Ente, […]

Lettera Aperta del Segretario Nazionale FIMMG Giacomo Milillo

Lettera aperta al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e a tutti i Parlamentari.   Egregio Ministro Poletti, Onorevoli […]

INVITO UFFICIALE

A seguito dei nuovi recenti sviluppi, dell’invito da parte dell’INPS all’incontro del 20 marzo e al successivo incontro  che si […]

on. Teresa Bellanova, nuovo sottosegretario al Lavoro

teresa

  Teresa Bellanova   è nata a Ceglie Messapica, Brindisi, il 17 agosto 1958. E’ sposata con Abdellah El Motassime.   Comincia […]

La nostra lettera all’ on. Vargiu

Gentile Presidente Vargiu analizzando quanto rappresentato dall’INPS nell’audizione del 26 febbraio 2014, vorremmo sottoporre alla sua attenzione alcuni punti sui […]

Al Lavoro sull’atto di indirizzo

ministero-del-lavoro

Al fine di dare attuazione alla nuova disciplina in materia di controllo sulle assenze per malattia, introdotta dall’articolo 55-septies del […]

Boeri: presentazione del Rapporto annuale INPS

image

Martedì 4 luglio 2017, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, il Presidente dell’Inps, Tito Boeri, ha presentato il […]

La nota FNOMCeO riguardo all’atto di indirizzo

FNOMCeO1

Ecco la nota che la FNOMCeO ha inviato al ministro del lavoro e delle politiche sociali, al ministro per la […]

Split payment

iva

A decorrere  dal 1/7/2017, per effetto delle disposizioni di cui alla L. 96 del 21/6/2017, di conversione del decreto legge 24/4/2017, […]

I sindacati al lavoro

CS-Intersindacale 1-12-giugno-2017

Stimolati dall’incontro del 7 giugno in FNOMCeO, le sigle della medicina fiscale si sono messe al lavoro per elaborare proposte […]

Madia: l’analisi dei dati alla base di ogni riforma

image

  Il 14 giugno 2017 presso l’Aula Magna dell’ISTAT il ministro Madia ha introdotto i lavori di presentazione dei primi […]