N on solo condizioni migliori ma anche 2 milioni di euro in più. La nuova polizza assicurativa che dall’inizio del 2018 copre i primi trenta giorni di infortunio e malattia dei medici di famiglia riserva questa sorpresa.

L’Enpam e i sindacati hanno rotto l’uovo poco dopo Pasqua insediando una commissione che dovrà definire l’utilizzo di questa somma aggiuntiva.

“A fine anno abbiamo fatto presente alla Sisac che con la gara europea bandita dall’Enpam avevamo ottenuto un ribasso significativo e ci siamo domandati come impiegare le risorse eccedenti”, ha spiegato il presidente dell’ente di previdenza Alberto Oliveti.

La risposta è stata che queste somme, che derivano da una trattenuta dello 0,72 per cento sui compensi dei medici di famiglia, dovranno essere destinate alle stesse finalità (infortuni, malattia, conseguenze di lungo periodo) e a vantaggio degli stessi contribuenti, d’intesa con i sindacati firmatari dell’Accordo convenzionale nazionale della categoria.

VERSO LA NUOVA CONVENZIONE

Di qui l’insediamento della commissione, che si incontrerà con cadenza trimestrale e che sarà anche il punto di riferimento per le altre questioni previdenziali che riguardano il rinnovo dell’Acn. Fra queste la più importante è la APP, l’anticipazione della prestazione pensionistica che permetterà ai medici di famiglia di andare in pensione “a metà” e ai giovani medici di entrare subito in convenzione in affiancamento degli anziani in uscita.

La Sisac, su impulso dei sindacati, ha chiesto un confronto tecnico con l’Enpam – che è avvenuto – in vista dei successivi passi che la Struttura interregionale dovrà compiere insieme alle organizzazioni sindacali.

MEDICI FISCALI

La riunione tra Enpam e i firmatari dell’Acn della medicina generale, che si è tenuta il 12 aprile, è poi sfociata in un incontro più ampio a cui hanno partecipato altre organizzazioni che si stanno interessando dei medici fiscali.

L’occasione è servita a presentare le caratteristiche contributive e prestazionali delle diverse gestioni del fondo di previdenza Enpam della Medicina convenzionata, nel quale dovrebbero confluire i medici fiscali nel momento in cui cesseranno di essere liberi professionisti.

I camici bianchi addetti alle verifiche sui lavoratori stanno infatti trattando con l’Inps la firma di un vera e propria convenzione, con tutele in più rispetto agli attuali contratti libero-professionali.

Tags: , , , , , , , ,

Comments are closed.

L'amministratore della rivista "La Medicina Fiscale"

Medici fiscali, Vargiu: “Polo Unico di controllo per garantire i diritti dei lavoratori in malattia”

  “Per garantire il diritto di malattia di tutti i lavoratori occorre evitare ogni abuso di assenze e certificazioni. Confondere […]

Un accordo alto

Giovedì scorso, 20 marzo, a Roma presso la sede INPS di Via Ciro il Grande, su invito della Dirigenza dell’Ente, […]

Lettera Aperta del Segretario Nazionale FIMMG Giacomo Milillo

Lettera aperta al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e a tutti i Parlamentari.   Egregio Ministro Poletti, Onorevoli […]

INVITO UFFICIALE

A seguito dei nuovi recenti sviluppi, dell’invito da parte dell’INPS all’incontro del 20 marzo e al successivo incontro  che si […]

on. Teresa Bellanova, nuovo sottosegretario al Lavoro

teresa

  Teresa Bellanova   è nata a Ceglie Messapica, Brindisi, il 17 agosto 1958. E’ sposata con Abdellah El Motassime.   Comincia […]

La nostra lettera all’ on. Vargiu

Gentile Presidente Vargiu analizzando quanto rappresentato dall’INPS nell’audizione del 26 febbraio 2014, vorremmo sottoporre alla sua attenzione alcuni punti sui […]

La FNOMCeO scrive ai ministri: stabilizzare i medici fiscali e i medici convenzionati esterni

FNOMCeO1

Stipulare in tempi brevi l’Accordo Collettivo nazionale per disciplinare il rapporto di lavoro tra l’INPS e i medici fiscali, e […]

Ancora su lavoro autonomo e subordinato. Parte 5

privacy

Vediamo ora una recente (25 giugno 2018) sentenza della Corte di Cassazione che interviene sui criteri che distinguono un lavoro […]

Corso formativo ANMEFI

locandinaanmefi

Il 30 giugno 2018, a Ferrara, il quarto corso formativo: “Aspetti medico-legali della certificazione nella pubblica amministrazione e delle visite […]

Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute

giulia grillo

Giulia Grillo è nata a Catania il 30 maggio 1975. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1999 e si […]

Lo stato dell’arte dei lavori per l’ACN dei medici fiscali

privacy

Dopo che lo scorso 9 maggio si è tenuta la seduta plenaria tra le sigle sindacali e associative (ANMEFI, ANMI-Femepa, […]

Giulia Bongiorno, il nuovo ministro della PA

bongiorno

Giulia Bongiorno è nata a Palermo il 22 marzo 1966. Studi classici, laurea in Giurisprudenza, si è iscritta all’Ordine degli […]