congressoparma3

Che il convegno di Parma del 6 novembre 2015 fosse uno di quelli destinati a lasciare un segno tangibile lo si poteva capire gia’ di buon mattino, salendo lo stupendo scalone ornato di palazzo Soragna: non capita spesso vedere riunite per una intera giornata, impegnate in relazioni e discussioni tante personalità del mondo accademico, politico e rappresentanze nazionali.

Presenti il Sottosegretario MIUR Davide Faraone, la Presidente XII Commissione del Senato Emilia Grazia De Biasi, il Senatore Giorgio Pagliari e la nuova Presidente FNOMCeO Roberta Chersevani, Maurizio Benato del Comitato Nazionale Bioetica, Gian Paolo Ceda Preside Facoltà Medicina e Chirurgia  Parma, Cesare Fassari Direttore quotidianosanità.it, Federica Ferraroni Direttore Scientifico della rivista La Medicina Fiscale, Guido Marinoni Componente Comitato Centrale FNOMCeO, Roberto Polillo medico già Segretario Nazionale CGIL Medici, Daniele Rodriguez, Ordinario di Medicina legale Università di Padova, Dario Sacchini Bioeticista Università Cattolica Roma, Maurizio Scassola Vice Presidente FNOMCeO, Gianluigi Spata componente Comitato Centrale FNOMCeO e Franco Vimercati Presidente FISM.

Inoltre presenti in sala per la Medicina Fiscale: Marcello Gaballo, Massimo Giansante e Maria Teresa Randazzo (ANMEFI), Annalisa Sette (SNAMI), Roberto Poggiali (SMI); Marcella Magnino e Giuseppe Continella (AIMPAF).

I lavori si aprono con l’introduzione del Presidente dell’Ordine dei Medici di Parma Pierantonio Muzzetto: durante tutta la mattinata si susseguono gli interventi che legano con un fil rouge la formazione, la bioetica, la Responsabilità: dalla concezione ippocratica del principio di beneficenza/ non maleficenza al principio di autonomia al più attuale principio di giustizia sia delle relazioni intersoggettive ( giustizia commutativa) sia della equa distribuzione dei beni ( giustizia distributiva), per un etica organizzativa della Sanità, di rilevanza morale, in quanto vi si compiono atti umani, cardine e giunto di interazione tra domanda ( di salute) ed offerta ( di prestazione sanitaria).

Nuova organizzazione per rispondere alle mutate condizioni socioculturali, quindi. La base di tutto è la formazione, sia nelle nuove generazioni di professionisti che nell’aggiornamento continuo degli operatori in attività. Si discute poi dell’attenta valutazione e della distribuzione delle competenze, e delle loro valutazioni. La leadership quale attività fondamentale di gestione delle risorse umane in un ottica di guida morale e valorizzazione delle capacità, non in un organigramma verticale, ma una piattaforma orizzontale, dove il dirigente opera per autorevolezza e non per autorità.

Di grande importanza anche la relazione sul ruolo della consulenza medico legale in ambito clinico, ruolo ulteriore in quanto destinato alla prevenzione dell’errore, anzichè alla valutazione del danno.

Vien posto l’accento sull’importanza del Codice Deontologico, non solo quale mezzo di orientamento per il Medico, ma quale vero e proprio testo guida, in cui ritrovare molti aspetti normati legislativamente anche recentemente, il cui peso potrebbe essere di non poco conto sulla attività professionale di tutti i medici ( Comma 566 della Legge di Stabilità e proposta di legge su “Atto medico e Responsabilità”).

Nella seconda parte della giornata si è trattato di Medicina Fiscale: un evento che penso si possa definire unico nel suo genere; un riconoscimento dell’esistenza della Medicina Fiscale con tutta la dignità che le spetta.

“La Medicina Fiscale fa parte del Servizio Sanitario Nazionale” dice la Senatrice Emilia Grazia De Biasi. A questo si è giunti attraverso due anni di lavori della XII Commissione permanente Igiene e Sanità del Senato di cui è Presidente. Parliamo di Medici-Lavoratori che hanno una funzione molto importante – dice ancora- cioè di lavoratori che giudicano altri lavoratori, il lavoratore cui si fa il controllo ed il medico che ha certificato. Una figura quindi molto più complessa di quanto si possa pensare nel sistema della Pubblica Amministrazione, perchè si trova ad essere un link di funzioni differenti, un link di responsabilità differenti, assumendosi responsabilità di straordinaria importanza quali per esempio la seconda diagnosi.

Molto importante anche il riferimento ai rinnovi contrattuali, che andranno in quota alla Pubblica Amministrazione e non al SSN, le cui previsioni di finanziamento sono ridotte rispetto a quelle prospettate.

Il Senatore Giorgio Pagliari, relatore in Senato della riforma della Pubblica Amministrazione, ribadisce e fornisce poi particolari dell’inserimento del Polo Unico nel pacchetto di riforme del Pubblico Impiego.

Precisa e scrupolosa la relazione della dott.ssa Federica Ferraroni, cui tocca il compito di presentare la Medicina Fiscale INPS, illustrarne le caratteristiche fondamentali derivanti dalla legislazione, mettere in relazione e paragonare l’operato dei medici fiscali operanti nel settore privato con il servizio offerto dalle ASL nel settore della PA, evidenziando le criticità del secondo rispetto ai dati ineluttabilmente positivi dei primi: una relazione asciutta, precisa e tutta basata su dati incontrovertibili, priva di ogni velleità polemica e di ampio respiro in quanto a rivendicazione.

Sono poi seguiti gli interventi di Gianluigi Spata, OMCeO Como, Comitato Centrale FNOMCeO) sulle attività medico-fiscali di controllo nei vari stati europei e di Guido Marinoni ( Comitato Centrale FNOMCeO) sulle problematiche legate ad un’eventuale autocertificazione (o, meglio, autoattestazione) di malattia da parte del lavoratore malato: due interventi altrettanto importanti sul processo di riconoscimento della figura del Medico Fiscale.

Termina la giornata di lavori l’intervento della dott.ssa Chersevani ( Presidente FNOMCeO), che garantisce l’appoggio della Federazione nel cercare una soluzione alle problematiche che investono i Medici Fiscali, sia di ordine operativo che contrattuale, ma allo stesso tempo lancia un perentorio avvertimento alle rappresentanze ed ai medici fiscali circa la necessita di un unico fronte unito e graniticamente compatto nelle richieste.

Lancia infine a sorpresa la proposta di un incontro in FNOMCeO con tutte le rappresentanze della Medicina Fiscale per la fine del mese di Novembre (per il giorno 1 dicembre sono state convocate tutte le sigle del settore accreditate istituzionalmente: i sindacati fimmg, nidil-cgil, femepa, cisl, uil, snami, smi, sinmevico, l’associazione dei medici fiscali anmefi e l’associazione di tutti i medici INPS aimpaf , ndr) per pianificare una pacchetto di proposte da presentare a Governo e INPS: avverrà a breve, infatti, l’atteso incontro tra la presidente FNOMCeO Roberta Chersevani e il Presidente INPS Tito Boeri per parlare di come stabilizzare finalmente un comparto medico precario da sempre, anche se così importante.

Ultima occasione, da non sprecare.

Parma 6 novembre 2015- Tavolo dei relatori

Parma 6 novembre 2015- Tavolo dei relatoriGuglielmo Sergi

Tags: , ,

Comments are closed.

L’amministratore della rivista “La Medicina Fiscale”

Medici fiscali, Vargiu: “Polo Unico di controllo per garantire i diritti dei lavoratori in malattia”

  “Per garantire il diritto di malattia di tutti i lavoratori occorre evitare ogni abuso di assenze e certificazioni. Confondere […]

Un accordo alto

Giovedì scorso, 20 marzo, a Roma presso la sede INPS di Via Ciro il Grande, su invito della Dirigenza dell’Ente, […]

Lettera Aperta del Segretario Nazionale FIMMG Giacomo Milillo

Lettera aperta al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e a tutti i Parlamentari.   Egregio Ministro Poletti, Onorevoli […]

INVITO UFFICIALE

A seguito dei nuovi recenti sviluppi, dell’invito da parte dell’INPS all’incontro del 20 marzo e al successivo incontro  che si […]

on. Teresa Bellanova, nuovo sottosegretario al Lavoro

teresa

  Teresa Bellanova   è nata a Ceglie Messapica, Brindisi, il 17 agosto 1958. E’ sposata con Abdellah El Motassime.   Comincia […]

La nostra lettera all’ on. Vargiu

Gentile Presidente Vargiu analizzando quanto rappresentato dall’INPS nell’audizione del 26 febbraio 2014, vorremmo sottoporre alla sua attenzione alcuni punti sui […]

Gelli: 10 sfide per curare tutti

gelli2

Il prossimo 23 gennaio ci sarà, a Firenze, la presentazione ufficiale di “Curare tutti: 10 sfide per il diritto alla […]

Visite fiscali, Petrone (FIMMG INPS): attenti alle fake news

alfredo

Dalla data di pubblicazione in gazzetta del decreto 17 ottobre 2017 inerente il “Regolamento recante modalità per lo svolgimento delle […]

Elezioni FNOMCeO: Anelli e la lista unica

FNOMCeO1

Sabato 13 gennaio si è svolto l’ultimo consiglio nazionale FNOMCeO prima delle elezioni del 20-22 gennaio. E’ stata presentata la […]

Sciolte le Camere

aula parlamento

La XVII legislatura volge verso il proprio termine naturale. Il 9 gennaio alle ore 17 i presidenti di Senato e […]

Polo unico operativo

visitefiscali

Dal prossimo 13 gennaio diventa operativa, a tutti gli effetti, la riforma della Medicina Fiscale inserita dal ministro Madia nella […]

Elezioni ordinistiche

FNOMCeO1

Terminata la tornata elettorale per definire consigli e presidenti nelle città italiane, la maggior parte dei presidenti uscenti è stata […]