Il DG INPS Massimo Cioffi si autosospende

17 febbraio 2016: il direttore generale INPS Massimo Cioffi si autosospende e l’INPS querela il quotidiano Libero in seguito agli articoli pubblicati recentemente.

”La campagna – si legge in una nota INPS – trae spunto da accertamenti nei confronti del gruppo Enel  di cui il direttore generale dell’Inps, Massimo Cioffi, è stato direttore del personale, sul versamento di contributi riguardanti l’esodo incentivato tra il 2006 e il 2015 di lavoratori del gruppo.
L’Istituto, mai interpellato in sede di redazione degli articoli, ha smentito categoricamente la tesi del quotidiano secondo cui, dall’insediamento della nuova gestione, ci sarebbe stato un rallentamento dell’attività di accertamento. Al contrario l’Istituto ha agito in questo periodo con ancora maggiore celerità e trasparenza, portando avanti dal marzo 2015, dunque successivamente all’insediamento dei nuovi vertici, ulteriori accertamenti ispettivi nei confronti di tutte le 12 società del gruppo Enel in Italia. Tali accertamenti si sono conclusi con contestazioni di rilevanti addebiti contributivi il 15 gennaio 2016. La sospensione del direttore centrale della Vigilanza, terminata il 18 gennaio 2016, non è in alcun modo collegata a questi eventi, come sostenuto da Libero.
Al contrario, è intervenuta a seguito di gravi violazioni disciplinari compiute durante il suo precedente incarico di direttore regionale. La sanzione disciplinare non è stata peraltro sospesa dal tribunale al quale ha fatto ricorso il dirigente.
Il direttore generale ha disposto scrupolosamente che qualsiasi informazione riguardante i procedimenti Enel non fosse portata a sua conoscenza, bensì a quella del presidente. Ciononostante il quotidiano ha proseguito nell’azione diffamatoria nei confronti dell’istituto e del suo direttore generale con ulteriori articoli, senza peraltro pubblicare la successiva smentita inviata alla redazione dall’Istituto. Nonostante il dott. Cioffi sia stato sempre estraneo agli sviluppi della vicenda, l’Inps rispetta la sua decisione di sospendersi volontariamente dall’incarico di direttore generale, scelta che gli consentirà una più libera e forte difesa per respingere le accuse infamanti di cui è oggetto”

“Ho deciso di sospendermi volontariamente dall’incarico di direttore generale” – dice il dott. Cioffi –  ” per assicurare la dovuta libertà di azione all’Istituto ed a me. In pieno accordo con il Presidente Boeri  ho deciso di sospendermi volontariamente dall’incarico di Direttore Generale Inps avendo appreso da alcuni articoli di stampa che sarei indagato dalla Procura di Nocera per abuso d’ufficio nell’ambito della gestione di una ispezione Inps in Enel, in cui ho lavorato come Direttore del Personale dal 2006 al 2014; ispezione che ha evidenziato mancati versamenti per 40 milioni di euro. La decisione è motivata dalla volontà di assicurare la dovuta libertà di azione all’Istituto ed a me”.

© Riproduzione riservata

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.

L'amministratore della rivista "La Medicina Fiscale"

Medici fiscali, Vargiu: “Polo Unico di controllo per garantire i diritti dei lavoratori in malattia”

  “Per garantire il diritto di malattia di tutti i lavoratori occorre evitare ogni abuso di assenze e certificazioni. Confondere […]

Un accordo alto

Giovedì scorso, 20 marzo, a Roma presso la sede INPS di Via Ciro il Grande, su invito della Dirigenza dell’Ente, […]

Lettera Aperta del Segretario Nazionale FIMMG Giacomo Milillo

Lettera aperta al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e a tutti i Parlamentari.   Egregio Ministro Poletti, Onorevoli […]

INVITO UFFICIALE

A seguito dei nuovi recenti sviluppi, dell’invito da parte dell’INPS all’incontro del 20 marzo e al successivo incontro  che si […]

on. Teresa Bellanova, nuovo sottosegretario al Lavoro

teresa

  Teresa Bellanova   è nata a Ceglie Messapica, Brindisi, il 17 agosto 1958. E’ sposata con Abdellah El Motassime.   Comincia […]

La nostra lettera all’ on. Vargiu

Gentile Presidente Vargiu analizzando quanto rappresentato dall’INPS nell’audizione del 26 febbraio 2014, vorremmo sottoporre alla sua attenzione alcuni punti sui […]

La FNOMCeO scrive ai ministri: stabilizzare i medici fiscali e i medici convenzionati esterni

FNOMCeO1

Stipulare in tempi brevi l’Accordo Collettivo nazionale per disciplinare il rapporto di lavoro tra l’INPS e i medici fiscali, e […]

Ancora su lavoro autonomo e subordinato. Parte 5

privacy

Vediamo ora una recente (25 giugno 2018) sentenza della Corte di Cassazione che interviene sui criteri che distinguono un lavoro […]

Corso formativo ANMEFI

locandinaanmefi

Il 30 giugno 2018, a Ferrara, il quarto corso formativo: “Aspetti medico-legali della certificazione nella pubblica amministrazione e delle visite […]

Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute

giulia grillo

Giulia Grillo è nata a Catania il 30 maggio 1975. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1999 e si […]

Lo stato dell’arte dei lavori per l’ACN dei medici fiscali

privacy

Dopo che lo scorso 9 maggio si è tenuta la seduta plenaria tra le sigle sindacali e associative (ANMEFI, ANMI-Femepa, […]

Giulia Bongiorno, il nuovo ministro della PA

bongiorno

Giulia Bongiorno è nata a Palermo il 22 marzo 1966. Studi classici, laurea in Giurisprudenza, si è iscritta all’Ordine degli […]