INPS, scaduti i contratti a tempo determinato dei medici esterni per la invalidità civile

I NPS, SCADUTI I CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO DEI MEDICI – USB: RINNOVO IMMEDIATO E GOVERNO AUTORIZZI ASSUNZIONI

Comunicato n. 40/14

Nazionale – venerdì, 06 giugno 2014
In tempi di spending review l’attività sanitaria dell’Inps dipende in buona parte dai medici assunti con contratto a tempo determinato. I medici dell’ente sono infatti insufficienti ad assicurare la normale attività istituzionale. Con i contratti scaduti a maggio di quest’anno, lasciando l’Istituto sguarnito di personale medico proprio a ridosso del periodo feriale estivo, bisognerà attendere forse settembre per recuperare nuovamente l’apporto dei medici esterni a tempo determinato, tranne in quelle poche realtà territoriali dove il riconoscimento dell’invalidità civile è passato totalmente all’Inps: lì i contratti sono stati rinnovati per assicurare la continuità dell’attività.

Un pasticcio che rischia di ripetersi ad ogni scadenza di contratto e che potrebbe addirittura intricarsi ulteriormente per il puntiglio del Collegio dei Sindaci dell’Inps, che sembra abbia chiesto all’amministrazione di non inserire nel bando di selezione alcun punteggio di favore per chi ha già prestato attività presso l’ente previdenziale, azzerando in tal modo la professionalità acquisita, con l’obiettivo (ma non ci possiamo credere!!!) di ottenere ogni anno un completo ricambio dei medici a contratto. In questo modo si vanificherebbe ogni volta anche l’oneroso lavoro di passaggio delle conoscenze tra i medici dell’ente e quelli a tempo determinato. I dirigenti dei ministeri vigilanti inviati a controllare l’osservanza della legge e la regolarità contabile dell’Inps riescono a distinguersi ogni volta, in che modo lasciamo a voi valutare.

Non è possibile che un’attività dall’alto valore sociale, come quella dell’invalidità civile, dipenda dalla possibilità o meno di utilizzare medici contrattualizzati a termine. E’ necessario intervenire immediatamente per assicurare la continuità del servizio anche con misure di carattere eccezionale e il governo Renzi deve autorizzare in via straordinaria l’assunzione a tempo indeterminato di un numero di medici necessario a coprire in modo adeguato i compiti assegnati all’ente previdenziale. In ballo non c’è la produzione di un bullone in più o in meno ma la tutela di persone che hanno bisogno del massimo delle attenzioni e del rispetto delle istituzioni pubbliche. Il vertice dell’ente si faccia sentire ed alzi la voce se necessario: l’Inps, per fortuna, non è solo un’enorme banca dati ma è chiamato ancora a fornire servizi ai cittadini.

USB Pubblico Impiego INPS

Tags: , ,

Comments are closed.

L'amministratore della rivista "La Medicina Fiscale"

Medici fiscali, Vargiu: “Polo Unico di controllo per garantire i diritti dei lavoratori in malattia”

  “Per garantire il diritto di malattia di tutti i lavoratori occorre evitare ogni abuso di assenze e certificazioni. Confondere […]

Un accordo alto

Giovedì scorso, 20 marzo, a Roma presso la sede INPS di Via Ciro il Grande, su invito della Dirigenza dell’Ente, […]

Lettera Aperta del Segretario Nazionale FIMMG Giacomo Milillo

Lettera aperta al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e a tutti i Parlamentari.   Egregio Ministro Poletti, Onorevoli […]

INVITO UFFICIALE

A seguito dei nuovi recenti sviluppi, dell’invito da parte dell’INPS all’incontro del 20 marzo e al successivo incontro  che si […]

on. Teresa Bellanova, nuovo sottosegretario al Lavoro

teresa

  Teresa Bellanova   è nata a Ceglie Messapica, Brindisi, il 17 agosto 1958. E’ sposata con Abdellah El Motassime.   Comincia […]

La nostra lettera all’ on. Vargiu

Gentile Presidente Vargiu analizzando quanto rappresentato dall’INPS nell’audizione del 26 febbraio 2014, vorremmo sottoporre alla sua attenzione alcuni punti sui […]

La FNOMCeO scrive ai ministri: stabilizzare i medici fiscali e i medici convenzionati esterni

FNOMCeO1

Stipulare in tempi brevi l’Accordo Collettivo nazionale per disciplinare il rapporto di lavoro tra l’INPS e i medici fiscali, e […]

Ancora su lavoro autonomo e subordinato. Parte 5

privacy

Vediamo ora una recente (25 giugno 2018) sentenza della Corte di Cassazione che interviene sui criteri che distinguono un lavoro […]

Corso formativo ANMEFI

locandinaanmefi

Il 30 giugno 2018, a Ferrara, il quarto corso formativo: “Aspetti medico-legali della certificazione nella pubblica amministrazione e delle visite […]

Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute

giulia grillo

Giulia Grillo è nata a Catania il 30 maggio 1975. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1999 e si […]

Lo stato dell’arte dei lavori per l’ACN dei medici fiscali

privacy

Dopo che lo scorso 9 maggio si è tenuta la seduta plenaria tra le sigle sindacali e associative (ANMEFI, ANMI-Femepa, […]

Giulia Bongiorno, il nuovo ministro della PA

bongiorno

Giulia Bongiorno è nata a Palermo il 22 marzo 1966. Studi classici, laurea in Giurisprudenza, si è iscritta all’Ordine degli […]