Invalidità Civile su Rai 1

All’Arena di Giletti, il contenitore della domenica pomeriggio della rete nazionale ammiraglia, oggi si è parlato, ancora una volta, di truffe e falsi invalidi: questa volta si è partiti dall’intervista in esclusiva rilasciata da Salvatore Alajo al Mattino di Napoli.

“Soffro di delirio – ha detto Alajo al giornalista Leandro Del Gaudio – la pensione di invalidità è un mio diritto”.

Salvatore Alajo, come dice Il Mattino, è un nome noto nelle pagine di cronaca: è stato processato e condannato a sei anni di carcere per truffa e falso, accusato di essere alla base della banda di Chiaia con 800 pratiche prodotte di invalidità per malati psichiatrici e per finti ciechi del quartiere Santa Lucia, filmati mentre guidavano l’auto  o leggevano il giornale.

Il caso nasce dal fatto che l’ex politico di Chiaia è stato riconosciuto invalido con diritto a pensione di accompagnamento (nel 2006, dietro ricorso dell’interessato, il tribunale gliela aveva già concessa).

“Soffro di una sindrome delirante che mi ha portato anche a tentare il suicidio, in questa vicenda della pensione non ho truffato nessuno – ribadisce Alajo nell’intervista al Mattino – L’ho fatta a Benevento, ho fatto una richiesta online proprio per prendere le distanza da quanto avevo messo in piedi a Napoli. Insomma io la pensione e l’accompagnamento me li merito, perché c’è una sindrome delirante. Li facciano altri accertamenti, lo dico ai carabinieri che comunque ho le carte apposto e ho diritto a quei soldi (circa 800 euro al mese) che mi sono stati assegnati dall’Inps a Benevento”.

Presenti in studio, oltre a Leandro Del Gaudio,  la deputata Nunzia De Girolamo, il dott. Raffaele Migliorini, dirigente medico INPS, e la dottssa Maria Grazia Sampietro, direttore Risorse e Welfare INPS.

La lotta ai falsi invalidi, ai falsi malati, ai furbetti del cartellino sono tutte affezioni che affliggono la PA e che si ripercuotono sulle spalle dei cittadini onesti: ben vengano azioni di denuncia pubblica anche in materia di invalidità civile come forma di sacrosanto diritto “di poter dire le cose come stanno”. come ha detto il conduttore della trasmissione.

Del resto l’invalidità civile muove decine di miliardi di euro ed il discorso è estremamente attuale: merita tutta l’attenzione non solo dell’Ente erogante ma anche di tutte le forze politiche e anche tutto il corpo medico ha interesse che la questione sia chiara e trasparente, a tutela della professionalità dei medici che operano in questo importante settore e che svolgono un compito così delicato.

© Riproduzione riservata