Le risorse attualmente impiegate per le visite fiscali nella PA

tab risorse PA 2015-2017 1

Nei precedenti articoli abbiamo pubblicato questa tabella riassuntiva con gli stanziamenti già messi a bilancio per il triennio 2015-2017 dai vari Ministeri per le visite fiscali nelle varie amministrazioni pubbliche.

Queste risorse sono già in gran parte erogate e spese, anche se le visite fiscali poi non vengono eseguite.

Vediamo, per esempio, questo decreto del MIUR che porta la data del 22 dicembre 2015 (ricordiamo che la legge delega è del 7 agosto 2015).

miur 2015

Come si può vedere, sono stati già erogati direttamente alle Regioni più di 25 milioni di euro e sono stati determinati per ogni singola Regione gli importi riportati in tabella.

miur 2 2015

Anche il Ministero dell’Interno, così come tutti gli altri Ministeri, ha disposto in autonomia le risorse da destinare ai propri dipendenti, in un cifra superiore a 9 milioni di euro per il 2015, il 2016 e il 2017.

Ministero dell’Interno

Il MEF ha destinato per i propri dipendenti più di 17 milioni di euro (31 marzo 2015) per il 2015, il 2016 e il 2017.

Decreto Mef su fondi visite fiscali 2014p

A queste risorse vanno sommate quelle già stanziate dall’INPS per il settore privato (42 milioni di euro per il 2015, che comunque andrebbero ulteriormente potenziate visto che in questo momento il numero di controlli in questo settore è decisamente sotto la soglia programmata).

Senza alcun aggravio di spesa, ci sono tutte le carte in regola per  poter reperire le risorse necessarie per effettuare un sufficiente numero di visite fiscali, equiparando il trattamenti dei lavoratori del settore privato e di quello pubblico, per dire basta a questo sperpero di danaro pubblico e per poter fare una buona riforma della Medicina Fiscale.

E sappiamo bene tutti, ormai, quanto sia importante avere un buon servizio di buona Medicina Fiscale, a tutela di tutti (la stragrande maggioranza) i cittadini onesti.

 

Federica Ferraroni

 

© Riproduzione riservata