Legge di Bilancio 2020: i medici convenzionati INPS

Oggi, 1° gennaio 2020, entra in vigore la Legge di Bilancio 2020 pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 30 dicembre.

I commi 458, 459 e 460 riguardano la stipula di convenzioni per medici in INPS.

458. Per assicurare all’INPS il presidio delle funzioni relative all’invalidità civile di cui all’articolo 130 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, e delle attività medico-legali in materia previdenziale e assistenziale affidategli, l’INPS è autorizzato a stipulare con le organizzazioni sindacali di categoria maggiormente rappresentative in ambito nazionale, con effetto a partire dall’anno 2021 e fermo restando l’avvio della procedura di cui al comma 459 dall’anno 2020, convenzioni per il conferimento di incarichi di 35 ore settimanali ad un numero di medici non superiore a 820 unità all’anno.

459. L’atto di indirizzo per la stipula delle convenzioni è adottato con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e con il Ministro della salute, sentito l’INPS per gli aspetti organizzativo-gestionali e sentita la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri. L’atto di indirizzo stabilisce la durata delle convenzioni, i criteri per l’individuazione delle organizzazioni sindacali rappresentative e fornisce indirizzi sul regime delle incompatibilità, nonchè sulle tutele normative e previdenziali del rapporto convenzionale che tengano conto dei principi di equità normativa e retributiva in relazione alle altre tipologie di medici che operano per l’INPS con rapporto convenzionale.

460. Ai maggiori oneri connessi ai rapporti convenzionali di cui ai commi 458 e 459, si provvede mediante assegnazione all’INPS di 5,2 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2021-2023, di 7,3 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2024-2026, di 7,6 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2027-2029 e di 7,8 milioni di euro annui dall’anno 2030.

Negli Stati di Previsione, nella tabella 4 (Ministero del lavoro e delle politiche sociali) all’UdV 1,3 le risorse indicate al comma 560 risultano sommate ai 50 milioni di euro stanziati per gli “accertamenti medico legali sulle assenze dei dipendenti pubblici” stabiliti dalla legge 75/2017 in materia di riforma della medicina fiscale:

.                                                                                                                            Anno 2020                 Anno 2021                 Anno 2022

accertamenti medico legali sulle assenze dei dipendenti pubblici        50.000.000                57.200.000                  57.200.000