Milillo: creare un polo unico della medicina fiscale, che equipari il regime di visita fiscale del pubblico a quello del privato.

 

Giacomo Milillo, segretario nazionale della FIMMG, commenta la notizia, resa nota dal Campidoglio, sull’assenza dal lavoro (per malattia, permessi e donazioni di sangue) dell’83% dei vigili urbani di Roma il 31 dicembre. “Se il medico è compiacente commette un reato grave, ma non sempre ha la possibilità di verificare di persona quanto riporta il suo assistito. Deve agire a favore del malato che gli comunica una patologia. In questi casi, come già accadde con i piloti dell’Alitalia, prendersela con i medici non serve a niente” (Adnkronos Salute). 

Unknown

Una soluzione?

 “creare un polo unico della medicina fiscale, che equipari il regime di visita fiscale del pubblico a quello del privato”.

 

 


“Anche nel pubblico – spiega ancora Milillo all’Agi – si dovrebbe inviare automaticamente la visita fiscale, anziché accontentarsi del certificato medico che noi facciamo senza poter accertare realmente se i lievi malesseri comunicati sono veri o no”.images-2

 

“Sono anni che lo diciamo, ma poi regolarmente tutto si arena in Parlamento, per un motivo o per l’altro”.