Lettera aperta dei medici esterni INPS al Presidente Boeri

I medici esterni INPS, in prossimità della scadenza del contratto attualmente in vigore, hanno promosso un’iniziativa di raccolta firme per far conoscere all’Ente le criticità in essere a cui bisogna ovviare, insieme, in spirito di leale collaborazione.

La rivista lamedicinafiscale.it ha accettato volentieri di farsi portavoce di questa iniziativa: possono aderire tutti i medici INPS insieme a tutto il personale. Ne va del buon funzionamento di ogni Centro Medico-Legale, una faccia importante del  nostro Ente Previdenziale, quella che ogni giorno entra nelle case di milioni di Italiani.

 

 

doctor house the end

 

Gentile Presidente,

in prossimità della scadenza dell’attuale bando per i convenzionati esterni INPS (che non può e non deve essere tacitamente rinnovato, viste le criticità dell’attuale), i sottoscritti Medici Esterni sentono la necessità di farLe pervenire il proprio punto di vista, quale contributo all’ottimizzazione dell’attività non solo di noi medici ma anche dei nostri Centri Medico-Legali INPS.

Allo stato attuale, noi Medici Esterni svolgiamo concretamente, a seconda delle sedi di appartenenza, tutte le attività istituzionali, sia in materia previdenziale che assistenziale: commissioni per prime visite (integrate e non), revisioni e verifiche (nonché validazioni verbali, dove necessita) per l’invalidità civile e per la L.104; invalidità pensionabile, ANF, maternità, malattia tubercolare e così via per l’attivit%A