Intervista a Petrone: “Polo Unico: finalmente si possono stabilizzare i medici fiscali”

Per completezza di informazione, ecco la relazione tecnica di Alfredo Petrone, segretario nazionale FIMMG settore INPS e anima del convegno del 24 maggio 2016, che ha presentato nella biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” nell’evento “L’evoluzione del controllo di salute dei lavoratori in malattia: dalla legge638/1983 alla riforma della PA”.

La relazione ha sviluppato, con estrema chiarezza e seguendo un rigoroso filo logico, un discorso che porta alla vigilia dell’uscita dei decreti attuativi della riforma della PA che contiene la riforma della medicina fiscale e la tanto attesa stabilizzazione dei medici fiscali.

Questi i capitoli principali:

– breve ricordo storico della battaglia FIMMG per il polo unico

– legge 7 agosto 2015: nasce il polo unico della Medicina Fiscale

– evidence sulla certificazione di malattia, che è il rationale su cui si basa la riforma del polo unico che deve garantire l’effettività del controllo sul settore pubblico: è il cuore della relazione in cui è evidente lo “zampino” di Silvio Trabalza, che è diventato il responsabile del Centro Studi FIMMG settore INPS ed è, in assoluto, il massimo esperto di Medicina Fiscale

– come reperire le risorse, che del resto sono già state stanziate nelle varie amministrazioni per un totale di 59 milioni di euro

– la commissione affari sociali e la sua indagine conoscitiva, punto di svolta per arrivare alla riforma del polo unico

– ruolo istituzionale e fondamentale della FNOMCeO nella vicenda dei MF, a tutela della dignità professionale di questo comparto medico: ricordiamo, tra tutti, il convegno del 6 novembre 2016, il primo sulla Medicina Fiscale e fatto proprio dalla FNOMCeO

– la determina presidenziale INPS 147/2015 con i suoi atecnicismi, da sanare al più presto, e le recenti dichiarazioni  del Presidente Tito Boeri in cui comunica che l’Ente sta andando nella direzione di istituire un ruolo unico del medico presso l’INPS.

A tal proposito abbiamo  posto alcune domande  al Segretario Nazionale FIMMG Settore INPS.

 La determina  presidenziale INPS  n.147/2015  e le recenti dichiarazioni del Presidente Boeri sembrano  volerci portare dal Polo Unico al Ruolo Unico. Quali le considerazioni della FIMMG?

“ Se per ruolo unico si pensa di far confluire gli attuali medici di lista  all’ interno di bandi con graduatorie di durata triennale ed  incarichi annuali, non possiamo che rispondere con un forte e deciso: “No grazie!”. Se con il  ruolo unico si pensa di creare una nuova figura di medico convenzionato INPS  a tempo pieno e quindi indeterminato al pari di tutte le convezioni esistenti per il SSN che comprenda, senza bandi e graduatorie, ma in pratica “ope legis”, i medici fiscali di lista, allora noi siamo pronti a raccogliere la sfida con l’orgoglio, la professionalità ed  il senso di appartenenza all ‘Ente sempre dimostrato” 

Ma gli attuali medici fiscali di lista, secondo il settore INPS della FIMMG, che mansioni dovrebbero svolgere nell’ambito di questa nuova ipotetica figura di “medico convenzionato”? 

”La mansione la decide l’istituto anche in virtù delle esigenze delle sede e della esperienza professionale del medico ma, a nostro parere,  non è escluso che possano essere limitate alla  sola medicina fiscale anche al fine di garantire l’effettuazione del controllo come previsto dalla legge delega; cosi come quando si parla di tendente al tempo pieno, dobbiamo tener presente che, ad oggi non sappiamo ancora come verranno armonizzate le  fasce orarie, ed al fine di  evitare il rischio di convezioni a sole 24 ore settimanali,  il dedicarsi ad altre attività istituzionali potrebbe essere necessario  per il completamento della quota oraria di  36/38 ore .”

Quindi un medico totalmente dedicato all’INPS? 

Naturalmente  il raggiungimento  del tempo pieno ha come conseguenza la giusta  esclusività del rapporto, ma voglio aggiungere che se si parla di ruolo unico, in virtù delle competenze che oggi ha l’Ente ed in previsione di quelle che sembra dover ricevere  al di là del polo unico, a  parere della FIMMG, il percorso di completa fidelizzazione con l’Ente, che noi condividiamo, sembra essere inevitabile.”

Federica Ferraroni

roma   Petrone 24 maggio 2016roma   2Petrone 24 maggio 2016roma 3  Petrone 24 maggio 2016

roma 4   Petrone 24 maggio 2016roma 5   Petrone 24 maggio 2016roma 6  Petrone 24 maggio 2016roma 7   Petrone 24 maggio 2016roma 8  Petrone 24 maggio 2016roma 9   Petrone 24 maggio 2016roma 10  Petrone 24 maggio 2016roma 11 Petrone 24 maggio 2016roma 12  Petrone 24 maggio 2016roma 13  Petrone 24 maggio 2016roma 14  Petrone 24 maggio 2016roma 15  Petrone 24 maggio 2016roma 16 Petrone 24 maggio 2016roma 17  Petrone 24 maggio 2016roma 18  Petrone 24 maggio 2016roma 19  Petrone 24 maggio 2016roma 20  Petrone 24 maggio 2016roma 21  Petrone 24 maggio 2016roma 22 Petrone 24 maggio 2016roma 23  Petrone 24 maggio 2016roma 24 Petrone 24 maggio 2016roma 25  Petrone 24 maggio 2016roma 27  Petrone 24 maggio 2016roma 28  Petrone 24 maggio 2016roma 29 Petrone 24 maggio 2016roma 30  Petrone 24 maggio 2016roma 31  Petrone 24 maggio 2016roma 32  Petrone 24 maggio 2016roma 33  Petrone 24 maggio 2016roma 35  Petrone 24 maggio 2016

roma 34 Petrone 24 maggio 2016

 

© Riproduzione riservata