Punti proposti alla direzione centrale INPS da parte della FIMMG

“Si fa seguito alla richiesta della Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito nel corso della riunione del 20 marzo u.s. di produrre un documento per la identificazione dei criteri di assegnazione delle visite.

1) Acquisizione in ogni sede di una dichiarazione sostitutiva di atto notorio dei medici di lista circa l’insussistenza di incompatibilità secondo la normativa vigente novellata dal al D.M. del 2000 e della circolare 199 del 2011.

2) Aumento di sei milioni di euro dal 01.05.2014, nelle more della approvazione della variazione capitolo Bilancio destinato alle visite mediche di controllo disposte dall’ Istituto , del budget disponibile in accordo a quanto comunicato il 20 marzo dalla Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. In caso di improbabile non approvazione da parte degli organi competenti della variazione di Bilancio, le OOSS sono consapevoli che ciò potrà causare, così come nel 2013, l’esaurimento del budget disponibile ben prima del 31.12.2014

3) Assegnazione ai medici che hanno optato per le due fasce di un numero di visite doppio rispetto a coloro che operano sulla singola fascia.

4) Possibilità, per quei sanitari che, avendo altri redditi o per qualsivoglia motivo, intendono privilegiare i colleghi in difficoltà, di autosospendersi con neutralizzazione degli effetti di tale procedura ai fini di qualunque implicazione non economica questo possa comportare , e quindi in particolare con conservazione dell’ incarico e valutazione del servizio prestato , ai fini di eventuali future graduatorie, anche per il periodo di autosospensione. Resta escluso il contributo per la formazione che deve comunque erogato a chi soddisfa gli altri criteri richiesti.

5)) Possibilità di spostamento, a domanda, dei monomandatari nelle zone vicine eventualmente rese carenti dalla autosospensione dei colleghi o degli eventuali incompatibili ai fini di una ridistribuzione equa delle visite ai medici sul territorio

6) Neutralizzazione degli effetti non economici conseguenti alla eventuale sostanziale e temporanea sospensione della attribuzione delle visite ai medici di lista in servizio dopo la data del 31.12.2007, come per esempio il mantenimento di un eventuale punteggio da utilizzare per future integrazioni delle liste , e l’inalterata possibilità di usufruire del contributo per la formazione.